Cambia lingua: EN
News

Welfare Champions 2021: 105 piccole e medie imprese dal grande impatto

10 Settembre 2021

Il valore del welfare aziendale in Europa e la sua evoluzione dall’inizio della pandemia attraverso il Welfare Index PMI

Ormai è risaputo che un’impresa per prosperare debba incarnare e rispecchiare i valori, i bisogni e le aspirazioni della sua comunità, rendendo il welfare aziendale una parte indispensabile del proprio business e della propria politica aziendale.

Questo è ancora più evidente in Italia: negli ultimi 6 anni, non solo il 64% delle PMI italiane hanno superato il loro livello iniziale di coinvolgimento nelle rispettive comunità, ma si è anche registrata un’impennata nel numero di aziende che si impegnano proattivamente in progetti di welfare, passando dal 9,7% del 2016 all’attuale 21%.

Questa crescente consapevolezza dell’importanza della RSI (Responsabilità Sociale d’Impresa) è stata ulteriormente accelerata dalla pandemia COVID-19 e dal lungo e profondo impatto economico, sociale, politico e culturale che ha avuto e si prevede avrà nel prossimo futuro.

Le PMI sono un mezzo fondamentale per la rinascita del paese: è, quindi, di fondamentale importanza l’inclusione delle priorità racchiuse nel PNRR – Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (con impatto su Salute, Donne, Giovani, Famiglie e Comunità) all’interno delle loro strategie di welfare aziendale.

Il Welfare Index PMI, giunto al suo sesto anno, osserva in che modo le aziende funzionino come entità sociali ed economiche. Tale iniziativa funge anche da fonte d’informazione e ispirazione per le PMI che vogliono intraprendere o migliorare le loro politiche di welfare aziendale. È il risultato della collaborazione tra imprese, istituzioni, esperti ed associazioni.

Il welfare aziendale genera impatto sociale: questo è quanto è emerso dal Rapporto Welfare Index Pmi 2021, illustrato a Roma alla presenza di rappresentanti del Governo e di Marco Sesana – Country Manager & Ceo Generali Italia e Global Business Lines. L’iniziativa, promossa da Generali Italia, è stata patrocinata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, con la partecipazione delle principali Confederazioni italiane: Confindustria, Confagricoltura, Confartigianato, Confprofessioni e Confcommercio.

L’evento è stato l’occasione per celebrare le ben 105 imprese Welfare Champion, che hanno ricevuto il rating 5W (un numero 5 volte maggiore delle imprese premiate nel 2017) e che si sono contraddistinte per le loro iniziative di welfare aziendale.

Lo strumento di analisi Welfare Index PMI, utilizzato per valutare le oltre 6000 aziende partecipanti al progetto, è stato modificato e rafforzato grazie alla collaborazione con Cerved Rating Agency e ha così permesso di valutare le imprese attraverso 126 variabili. L’indagine ha valutato l’impatto sociale delle iniziative di welfare aziendale su tutti gli stakeholder: lavoratori, famiglie, comunità, fornitori, consumatori. Oltre alle iniziative di welfare, è stato monitorato anche l’impegno delle aziende nella tutela dei diritti e della diversità, la responsabilità verso i consumatori e i fornitori, le aree di sviluppo di capitale umano e la tutela delle condizioni di lavoro.

Il Rapporto ha messo in evidenza come le imprese abbiano attuato numerose iniziative di welfare aziendale per affrontare la pandemia: dai servizi diagnostici per il Covid-19 (43,8%) ai servizi di consultazione medica anche a distanza (21,3%), alle nuove polizze di assicurazione sanitaria (25,7%).

Quest’anno Welfare Index PMI promuove il valore del welfare aziendale in Europa con la partecipazione alla prima edizione di SME EnterPRIZE, l’iniziativa di Generali che mira a promuovere una cultura della sostenibilità tra le PMI. Sei delle imprese Welfare Champion 2021 (Elettronica, Galvanica Sata, Illumia, Il Pugno Aperto, Natura Iblea-Paniere Bio e Progesto) sono candidate e il “Sustainability Hero” italiano sarà annunciato durante l’evento che si terrà a Bruxelles il prossimo 28 settembre, alla presenza di rappresentanti delle istituzioni europee e dei media. In quell’occasione, sarà inoltre presentato il Libro Bianco sull’integrazione dei principi di sostenibilità nelle PMI europee, promosso da Generali e sviluppato da SDA Bocconi. Maggiori informazioni sono disponibili su https://it.sme-enterprize.com/.

X
alert icon

Evento: “SMEs: Drivers of Sustainable Economic Recovery and Growth in Europe”

Bruxelles, 28 settembre 2021, 17:30

Scopri di più